"Ricostruire l'Italia": il piano di 40 'super esperti' per la ripresa

"Ricostruire l'Italia": il piano di 40 'super esperti' per la ripresa

Tra i firmatari Sacconi, Tria, Gamberale e Parisi. Tra le proposte, inviate a Mattarella, Conte e Colao,  si chiede di portare la pressione fiscale sotto il 40% e abolire quota cento e reddito di cittadinanza

Quaranta ‘super esperti‘ tra imprenditori, professionisti, accademici ed economisti, da Florindo Rubbettino a Maurizio Sacconi, da Giovanni Tria a Raffaele Calabrò, Stefano Parisi e Vito Gamberale, hanno messo a punto “Ricostruire l’Italia”, un piano operativo per superare l’emergenza coronavirus e rilanciare l’economia.

Piano inviato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e a capo della task force per la fase due Vittorio Colao.

“Siamo – si raccontano – un network di idee aperto al contributo di chi vuol mettere le sue competenze al servizio dell’Italia, in modo indipendente dagli schieramenti politici”.

Tra i provvedimenti suggeriti, portare la pressione fiscale sotto il 40%, abolire quota cento e reddito di cittadinanza e un ‘Prestito Italia’ di almeno 30 miliardi. ​”Convivere con il virus facendo ripartire l’economia – spiegano – si può e si deve fare ed è importante reagire tempestivamente ma con responsabilità. La pandemia ha investito l’Italia nel momento della sua massima debolezza istituzionale, con l’economia meno produttiva d’Europa, il debito pubblico più elevato, la burocrazia più pervasiva. Con l’aggravante della bassa natalità, che può accentuarsi a causa della povertà crescente e dell’incertezza sul futuro”.

Articolo pubblicato da “AGI“, continua a leggerlo sul sito del giornale