Rallentano i contagi. Il numero dei decessi è il più basso dal 18 marzo

Rallentano i contagi. Il numero dei decessi è il più basso dal 18 marzo

Sono 156.363 i casi totali in Italia, tra positivi al Covid-19, guariti e deceduti. Il numero di positivi è pari a 102.253 (+1.984 su sabato), le persone guarite sono 34.211 (+1.677 su sabato), quelle decedute 19.899 (+431 su sabato, contro le +619 che erano state segnalate il giorno prima). Il calo dei ricoveri è il maggiore dall’inizio dell’epidemia e quelli in terapia intensiva scendono per il nono giorno di fila.

Sono 156.363 i casi totali di coronavirus ad oggi in Italia, tra positivi al Covid-19, guariti e deceduti. Rispetto a ieri si registra un incremento di 4.092 unità, che però è inferiore all’incremento segnalato venerdì su sabato, che era pari a 4.694.

Il numero di positivi è pari a 102.253 (+1.984 su ieri), le persone guarite sono 34.211 (+1.677 su ieri), quelle decedute 19.899 (+431 su ieri, contro le +619 che erano segnalate sabato su venerdì). Le persone ricoverate con sintomi sono attualmente 27.847 (-297 su ieri), quelle in terapia intensiva sono scese a 3.343 (-38 su ieri), quelle in isolamento domiciliare 71.063 (-2.319 su ieri). I tamponi effettuati ad oggi hanno superato la soglia del milione: sono esattamente 1 milione 10mila193 (+46.720 su ieri). 

Il numero delle vittime è il più basso dal 18 marzo in poi, segno che la curva della diffusione dell’epidemia sembra davvero aver imboccato una discesa importante. Il calo dei ricoveri è invece il più consistente dall’inizio dell’epidemia. È una settimana che il dato è in flessione, con numeri altalenanti, ma il dato di oggi – ha spiegato il professor Luca Richeldi, pneumologo del Policlinico Gemnelli, nel corso del briefing con la stampa tenuto con il capo Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli – costituisce un segnale molto incoraggiante.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 31.265 in Lombardia, 13.672 in Emilia-Romagna, 12.505 in Piemonte, 10.729 in Veneto, 6.162 in Toscana, 3.817 nel Lazio, 3.333 in Liguria, 3.114 nelle Marche, 3.057 in Campania, 2.452 in Puglia, 2.082 nella Provincia autonoma di Trento, 2.030 in Sicilia, 1.742 in Abruzzo, 1.326 in Friuli Venezia Giulia, 1.515 nella Provincia autonoma di Bolzano, 903 in Sardegna, 795 in Calabria, 687 in Umbria, 588 in Valle d’Aosta, 277 in Basilicata e 202 in Molise. La Provincia Autonoma di Bolzano ha effettuato un ricalcolo dei guariti verificando una diminuzione di 110 persone rispetto a ieri. 

Articolo pubblicato da “AGI“, continua a leggerlo sul sito del giornale