Quanto durerà il distanziamento sociale?

Quanto durerà il distanziamento sociale?

Uno studio di Harvard ha prodotto diversi scenari: potrebbero essere necessarie forme intermittenti di isolamento fino al 2022, ma restano molte domande aperte

Un gruppo di epidemiologi dell’Università di Harvard (Stati Uniti) ha stimato che potrebbe essere necessario praticare il distanziamento sociale fino al 2022, per ridurre la diffusione del coronavirus. L’isolamento potrebbe essere svolto in forma intermittente o per meno tempo rispetto al periodo massimo di due anni nel caso in cui sia prima trovato e distribuito su vasta scala un vaccino, o siano sviluppati farmaci più efficaci per trattare la COVID-19, la malattia causata dal coronavirus (SARS-CoV-2). Lo studio, da poco pubblicato su Science, è stato accolto con interesse perché è uno dei primi a fornire simulazioni su cosa potrebbe accadere subito dopo l’attuale picco della pandemia.

Il Post ha fatto una newsletter sul coronavirus, per aggiornare e informare sulle cose da sapere e su quelle da capire: ci si iscrive qui.

Prima di vedere i risultati dello studio, è bene ricordare che è molto difficile fare previsioni sul domani, considerato che fatichiamo ancora a comprendere completamente l’oggi. Il SARS-CoV-2 è noto da meno di quattro mesi e ha iniziato a diffondersi globalmente in modo significativo da meno di due mesi, seppure con andamenti simili in numerosi paesi. I ricercatori hanno scoperto molte cose sulle caratteristiche del coronavirus, ma diversi dettagli sfuggono ancora: non sappiamo per esempio se e per quanto si resti immuni dopo averlo contratto, e questo complica enormemente le previsioni su che cosa potrà accadere nei prossimi mesi.

Articolo pubblicato da “ilPost“, continua a leggerlo sul sito del giornale