La curva dei contagi cala, ma non è il momento di abbassare la guardia

La curva dei contagi cala, ma non è il momento di abbassare la guardia

Brusaferro (Iss): “A Pasqua unirci nei sentimenti, ma mantenendo il distanziamento sociale”

“La curva del contagio segnala una situazione in decrescita. È un segnale positivo ma non deve indurci ad abbassare la guardia”. Lo ha ribadito nel corso di una conferenza stampa Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità.

Pasqua è vicina, e la tentazione individuale di una ‘deroga’ è comprensibile, ma “non ce lo possiamo permettere: dovremo unirci nei sentimenti ma sempre mantenendo il distanziamento sociale”. Né dobbiamo illuderci che, “al di là delle decisioni che saranno prese dal governo”, nelle prossime settimane certi comportamenti possano essere abbandonati: per evitare che il contagio torni a salire, ha insistito, dovremo rispettare rigorosamente le distanze, lavarci spesso le mani, usare le mascherine laddove serve.

In ogni caso, “le misure dovranno sicuramente essere su scala nazionale perché anche nelle zone dove abbiamo comuni ‘bianchi'”, senza casi di Covid-19, “se non siamo molto attenti a seguire certe misure, un ‘bianco’ può diventare ‘rosso’ intenso, specie nelle piccole comunità”.

Articolo pubblicato da “AGI“, continua a leggerlo sul sito del giornale