Italia chiusa fino al 3 maggio. Inasprimento dei controlli a Pasqua

Italia chiusa fino al 3 maggio. Inasprimento dei controlli a Pasqua

Viminale: più vigilanza nelle città e su statali e autostrade. Supermercati chiusi anche a Pasquetta. Sale a 143.626 il numero dei casi totali di coronavirus nel nostro Paese. In un giorno si sono registrati 4.204 casi in più: un nuovo aumento dunque, dopo un inizio settimana caratterizzato invece da un calo sensibile

“Gli esperti hanno confermato che la curva dei contagi sta rallentando in Italia ma non possiamo passare da un lockdown a liberalizzare tutte le attività, deve essere un passaggio graduale”, se il trend verrà confermato “potremmo iniziare ad allentare alcune misure già dalla fine di questo mese””.

Il premier Giuseppe Conte si sta muovendo secondo questa linea nella cosiddetta ‘fase due’ riguardo l’emergenza coronavirus. Ovvero sul periodo che servirà per allentare le misure restrittive di contenimento al contagio. Linea illustrata giovedì alla Bbc, ribadita a ora di pranzo ai capi delegazione della maggioranza, poi alle parti sociali e nel tardo pomeriggio ai governatori di regione.

“Il governo ha le idee chiare: dobbiamo mette in sicurezza la salute degli italiani: con la salute a rischio non c’è economia”, ha risposto il ministro Boccia alla Confindustria che preme per mettere fine al lockdown. Il ministro per gli Affari regionali ha chiarito che la fase 2 consistera’ in “graduali aperture delle fabbriche e degli uffici nel rispetto di tutte le prescrizioni sanitarie per la sicurezza dei lavoratori”.

Articolo pubblicato da “AGI“, continua a leggerlo sul sito del giornale