Dal 18 maggio saranno le Regioni a decidere sulle riaperture

Dal 18 maggio saranno le Regioni a decidere sulle riaperture

Intesa nel vertice tra Conte, Boccia e i governatori: potranno riaprire al livello regionale commercio al dettaglio, centri estetici, parrucchieri, bar e ristoranti. Attesi entro la settimana i protocolli di sicurezza del Comitato tecnico scientifico e dell’Inail. 

Il governo darà linee guida nazionali sulla base dei nuovi dati del monitoraggio e dal 18 maggio aperture regionalizzate, ma in sicurezza rispettando i protocolli Inail  e quelli del Comitato Tecnico Scientifico. È quanto filtra dalla riunione tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dei ministri degli Affari regionali e della Salute, Francesco Boccia e Roberto Speranza, con i governatori delle Regioni.

“Per le regioni inizia la fase della responsabilità“, avrebbe detto il ministro Boccia durante i lavori.  Durante la video conferenza con le Regioni il presidente del Consiglio Giuseppe Conte – riferisce un governatore – avrebbe preso atto della volontà delle regioni di una riapertura anticipata al 18 maggio, soprattutto per quanto riguarda il commercio al dettaglio e che, sulla base dei dati epidemiologici, le stesse regioni avranno più potere d’azione. In questi giorni – ha spiegato il premier, secondo quanto viene riferito – Inail e Cts faranno i protocolli che mancano per tutte le attività.

Articolo pubblicato da “AGI“, continua a leggerlo sul sito del giornale