Da Apple e Google arriva il sistema di contact tracing: sarà quello di Immuni

Da Apple e Google arriva il sistema di contact tracing: sarà quello di Immuni

Le due società hanno detto che il sistema da oggi è nelle mani delle autorità sanitarie di tutto il mondo. 10 giorni il tempo stimato per lo sviluppo dell’app. Pisano: la privacy è rispettata e si potrà anche interagire con altri Paesi.

Per Apple e Google è tutto pronto. Le due società hanno attivato la tecnologia che consentirà agli smartphone di comunicare via bluetooth per il tracciamento dei contagi da coronavirus. L’aggiornamento sarà disponibile per i dispositivi già nelle prossime ore, ma già da ora è a disposizione delle varia autorità nazionali.

Ora tocca ai governi, 22 stati nazionali che hanno chiesto alle società di lavorare insieme per superare le difficoltà tecniche e consentire a smartphone con sistemi operativi diversi di scambiarsi codici identificativi, anonimi e crittografati senza gravare troppo sull’autonomia delle batterie.

Tra questi c’è anche l’Italia, che ha scelto il modello di tracciamento di Google e Apple per Immuni e dove il 99% degli smartphone hanno sistemi operativi iOS o Android. Entro dieci giorni è previsto anche il lancio di Immuni.

Articolo pubblicato da “AGI“, continua a leggerlo sul sito del giornale