Coronavirus, appello di 150 accademici per la 'fase 2'

Coronavirus, appello di 150 accademici per la 'fase 2'

Centocinquanta accademici scrivono al governo quali misure si debbano prendere nella ‘fase 2′, quella della convivenza con l’emergenza coronavirus.

Tra queste, l’incremento dei test, l’utilizzo di tecnologie di intelligenza artificiale e geolocalizzazione, l’isolamento dei soggetti positivi e misure di quarantena localizzate. Più tecnologia, quindi, per sopravvivere al virus e favorire la ripartenza del sistema economico. I centocinquanta professori sono medici, scienziati, economisti, matematici, fisici, biologi, filosofi, storici, chimici, ingegneri, giuristi: l’appello nasce dall’iniziativa del professor Giuseppe Valditara, già capo dipartimento formazione superiore ricerca del Miur.

Articolo pubblicato da “AdnKronos“, continua a leggerlo sul sito dell’agenzia