Aree rosse provinciali

Aree rosse provinciali
Ne ho parlato altre volte, ma voglio fare un esempio concreto di come potrebbe presentarsi un sistema alternativo a quello attuale delle Regioni a colori, che preveda solo aree rosse provinciali, istituite sulla base del valore di incidenza nella Provincia (casi ogni 100.000 abitanti in sette giorni).
Il vantaggio di questo modello rispetto al sistema attuale è che esso si adatta rapidamente alla reale necessità del territorio, valorizzando il senso di responsabilità del cittadino.
Al di fuori delle aree rosse, è ipotizzabile la riapertura di tutte le attività, sottoponendole solo a contingentamento.
Come vedete scorrendo sulla mappa, la soglia delle zone rosse sarebbe stabilita in base alla disponibilità di posti letto (cioè posti letto non occupati da pazienti Covid)*, che varia sensibilmente da una Regione all’altra. La mappa riporta i valori attuali.
La progressiva vaccinazione della popolazione, riducendo gradualmente l’occupazione ospedaliera, alzerebbe proporzionalmente la soglia di restrizione.
 
 
[*Soglia regionale = posti letto liberi in Area Critica ogni milione di abitanti + posti letto liberi in Area Non Critica ogni 100.000 abitanti]