Aggiornamento del 9 marzo 2021

Aggiornamento del 9 marzo 2021

🇮🇹   Variazioni in riduzione, la curva resta relativamente bassa. Teniamo duro.
__________________________________________________

Buonasera e ben ritrovati.
A questo link i GRAFICI aggiornati: https://public.flourish.studio/story/722265/, che trovate anche su https://ilsegnalatore.info, insieme a questo commento, per chi non fosse su Fb.

Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:

💊  Sono 19749 i nuovi positivi, su 345336 tamponi (5.7%) e 106573 persone testate (18.53%).

Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 20815 nuovi positivi al giorno, ossia +3208 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era +3356).
La VARIAZIONE PERCENTUALE dei nuovi casi registrati in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a +18.2% (ieri era +19.7%, il giorno prima +22.6%, prima ancora +24%, +24.2%, +26.8%, +31.8%). Nei grafici potete controllare le variazioni percentuali della vostra Regione e Provincia. I valori più elevati tra le Regioni si riscontrano al momento in Friuli VG (+38.1% negli ultimi sette giorni rispetto ai sette precedenti), Piemonte (+35.2%), Sardegna (+32.2%), Veneto (+27%), Emilia Romagna (+25.9%), Lombardia (+22%), Puglia (+22%), Marche (+20.6%), Valle d’Aosta (+18.5%).

L’INCIDENZA su base nazionale è al momento di 241 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti in 7 giorni. Le Regioni con i valori più elevati sono Emilia Romagna, con 445 casi, seguono Friuli VG (354), Trento (349), e Marche (339). L’incidenza più bassa è in Sardegna, con 40 casi.
Nei grafici trovate i valori di incidenza dei Paesi d’Europa, calcolati su 14 giorni.

💊  Oggi +562 RICOVERI, +56 TERAPIE INTENSIVE, e 376 DECESSI.

Abbiamo attualmente 22393 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 35% dei posti letto disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a +403 pazienti al giorno (era +182 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti ricoverati in questi sette giorni è stata +14.4%.

Oggi in TERAPIA INTENSIVA si registra un saldo di +56 pazienti, con 278 ingressi e 222 uscite (ieri sono stati 231/136, il giorno prima 161/127). La variazione del totale degli INGRESSI in Terapia Intensiva negli ultimi sette giorni, rispetto ai sette giorni precedenti, è stata del +26.7% (ieri era +24.7%, il giorno prima +20.6%).
I pazienti in Terapia Intensiva sono complessivamente 2756, pari al 31% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei saldi ingressi/uscite in Terapia Intensiva è stata di +61 pazienti al giorno (era +26 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti in TI in questi sette giorni è stata +18.4%.

In media abbiamo avuto in Italia 313 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 277 nei sette giorni precedenti. La variazione dei decessi in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a +12.9% (ieri era +10.5%, il giorno prima +5.3%, prima ancora +2.5%, +2.6%, -4.4%, -7.4%).

In sette giorni abbiamo avuto 3.63 decessi ogni 100.000 abitanti. Nei grafici trovate i valori per ogni Regione e quelli dei Paesi d’Europa (su 14 giorni).

📊    Ad oggi abbiamo somministrato 5668373 VACCINI. Trovate la mappa delle vaccinazioni, con prime e seconde dosi, e molti altri dati nelle slide, tra cui l’ETA’, dei nuovi casi, dei decessi, e dei soggetti vaccinati, oltre al sesso e allo STATO CLINICO dei pazienti attualmente positivi.

⚠  Quanto alla proposta di istituire AREE ROSSE PROVINCIALI invece che regionali, trovate l’aggiornamento nei grafici, alle slide 10 e 11. Qui ne abbiamo parlato estesamente: https://www.facebook.com/pillolediottimismo/posts/273539861053159

🔵   Stasera solo poche righe di commento, ma ci tengo a scriverlo, perché il momento è importante, e so che molti tornano sulla pagina per aver notizie (ricordatevi comunque che i grafici sono sempre aggiornati, anche se non scrivo qui il commento).

Dunque, la sostanza è che si conferma il dato essenziale: la terza ondata si profila più bassa della precedente, avendo avuto una fase di accelerazione molto breve, a cui sta facendo seguito una più lunga fase di decelerazione, nella sua corsa verso l’alto, che presto ci porterà al picco di incidenza. Seguirà, lo sapete, una fase ancora più lunga della curva discendente (in passato abbiamo citato Gompertz, se vi ricordate: la campana è sempre spostata un po’ a sinistra), durante la quale saranno invece i ricoveri a fare notizia (già la fanno, ma il picco dei carichi sanitari seguirà quello dei contagi di alcuni giorni) e quindi quello dei decessi. Il tutto, ancora intersecato alla discesa dell’onda precedente, un po’ come fanno quelle del mare, quando scivolano sulla sabbia.

La domanda che mi fanno in tanti è quanto ci vorrà per il picco (il primo, intendo, quello dei contagi). Non lo so ancora. Dovessi scommettere dei soldi direi entro 7 – 10 giorni. Ma qui cerchiamo di fare le cose con un po’ di criterio, non scommettiamo e non facciamo previsioni. Ci limiteremo a seguire con attenzione le variazioni percentuali, con la vostra sola compagnia, visto che fuori di qui si pensa a tutt’altro, in un vortice di notizie da cui francamente suggerisco di non farvi trascinare.

Teniamo duro, noi che sappiamo che non durerà a lungo. Non abbattiamoci e non perdiamo la pazienza. Manca poco, sul serio.

 

Un abbraccio

Paolo Spada
__________________________________________________

Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
3101093 pazienti COVID-19, di cui 2521731 guariti, 478883 attualmente positivi (22393 ricoverati in reparto, 2756 in Terapia Intensiva, 453734 in isolamento domiciliare), e 100479 pazienti deceduti.