Aggiornamento del 9 dicembre 2020

Aggiornamento del 9 dicembre 2020

🇮🇹   Si procede bene su tutta la linea (certo, anche perché ieri era festa). Numeri buoni da tutte le regioni.

Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:

💊  Sono 12756 i NUOVI POSITIVI, su 118475 TAMPONI (10,8%) e 50932 PERSONE TESTATE (25,05%)*.

Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 18364 nuovi positivi al giorno, ossia -4598 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era -4198).
La variazione percentuale dei nuovi casi registrati in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -20% (ieri era -17,7%, il giorno prima -16,9%, prima ancora -18,5%, -20,9%, -21,7%, -23%).

Siamo a 215 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti/settimana. Per confronto, in Europa: Spagna: 115, Francia: 116, Regno Unito: 159, Germania: 155, Paesi Bassi: 222, Belgio: 126, Austria: 295, Svezia: 351, Romania: 242, Portogallo: 274, Polonia: 220, Rep.Ceca: 255 (fonte ECDC, media delle ultime due settimane, ultimo aggiornamento oggi, 9/12/2020).
Questi i valori attuali delle Regioni italiane, in ordine di incidenza: Veneto: 458; Friuli VG: 405; Bolzano: 301; Emilia Romagna: 274; Trento: 265; Puglia: 236; Piemonte: 226; Lazio: 190; Lombardia: 182; Campania: 181; Molise: 172; Abruzzo: 169; Marche: 164; Sardegna: 164; Valle d’Aosta: 162; Sicilia: 155; Umbria: 136; Toscana: 135; Liguria: 128; Basilicata: 119; Calabria: 90.
Guardando invece la variazione percentuale rispetto ai sette giorni precedenti si segnalano: Veneto (+7,8%), Sardegna (-0,4%), Puglia (-5,5%), Emilia Romagna (-8,7%), Trento (-11,6%), Friuli VG (-16,8%), Marche (-17,1%), Lazio (-18%), e Sicilia (-19,1%).

*Il rapporto positivi/tamponi include i controlli ripetuti, per cui da sempre preferiamo considerare il rapporto positivi/persone testate. Entrambi tuttavia ora risentono dell’uso dei test rapidi antigenici, di norma non contati come tamponi, ma confermati con l’esame molecolare quando positivi. Queste percentuali risultano pertanto al momento poco significative.

💊  Oggi -428 RICOVERI, -25 TERAPIE INTENSIVE, e 499 DECESSI.

Abbiamo attualmente 29653 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 45% dei posti letto attualmente disponibili (66357, fonte: AGENAS, aggiornamento 7/12/2020). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a -400 pazienti al giorno (era -266 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti ricoverati in questi sette giorni è stata -8,6%.

Oggi in TERAPIA INTENSIVA si registra un saldo di -25 pazienti, con 152 ingressi e 177 uscite (ieri sono stati 192/229, il giorno prima 144/216). I pazienti in Terapia Intensiva sono complessivamente 3320, pari al 38% dei posti letto attualmente disponibili (8672, fonte: AGENAS, aggiornamento 7/12/2020). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei saldi ingressi/uscite in Terapia Intensiva è stata di -42 pazienti al giorno (era -33 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti in TI in questi sette giorni è stata -8,2%.

In media abbiamo avuto in Italia 671 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 717 nei sette giorni precedenti. La variazione dei decessi in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -6,4% (ieri era -3,5%, il giorno prima -1,8%, prima ancora +1,8%, +1%, +1,4%, +4,2%).

In sette giorni abbiamo avuto 7,85 decessi ogni 100.000 abitanti. In Spagna: 3,15, Francia: 4,55, Regno Unito: 4,65, Germania: 3,1, Paesi Bassi: 2,15, Belgio: 6,45, Austria: 8,45, Svezia: 1,9, Romania: 5,9, Portogallo: 4,8, Polonia: 8,25, Rep.Ceca: 7,7 (fonte ECDC, media delle ultime due settimane, ultimo aggiornamento oggi, 9/12/2020).

📊   Trovate questi e molti altri dati nelle slide, tra cui anche quelli sull’ETA’ e sullo STATO CLINICO dei pazienti, che ricaviamo rielaborando periodicamente le tabelle mostrate nella dashboard di ISS, riferite ai casi degli ultimi 30 giorni.

🔵   Un altro passo buono, direi molto buono, solo un po’ “drogato”, dicevo ieri, dal giorno di festa extra che riduce i tamponi alterando il ritmo settimanale. Quindi non facciamoci troppo abitudine, però per il momento prendiamo quel che viene. La curva ha ripreso a puntare verso il basso, e tutte le regioni – salvo sempre il Veneto – danno buoni segnali (anche il Veneto oggi scende un po’, a dire il vero). Se vi avanza del tempo, provate a immaginare quale sarà la stima dell’Rt di venerdì, sulla scorta delle variazioni percentuali (slide 6), di cui abbiamo imparato ad apprezzare le indicazioni che la anticipano, quasi senza eccezione.

Poi i numeri degli ospedali procedono come atteso, e le percentuali sui decessi sono pure consolanti.

Quel che si dice un giorno guadagnato. Domani, si vedrà.

Un caro saluto

Paolo Spada
__________________________________________________

Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
1770149 pazienti COVID-19, di cui 997895 guariti, 710515 attualmente positivi (29653 ricoverati in reparto, 3320 in Terapia Intensiva, 677542 in isolamento domiciliare), e 61739 pazienti deceduti.