Aggiornamento del 6 febbraio 2021

Aggiornamento del 6 febbraio 2021

🇮🇹   Sempre stabili, e non è cosa da poco. Bene anche gli ospedali. Avanti così, verso la primavera.

Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:

💊  Sono 13442 i nuovi positivi, su 282407 tamponi (4.8%) e 214748 persone testate (6.26%).

Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 11903 nuovi positivi al giorno, ossia -468 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era -661).
La VARIAZIONE PERCENTUALE dei nuovi casi registrati in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -3.8% (ieri era -5.3%, il giorno prima -6.1%, prima ancora -5%, -0.8%, +0.4%, +0.8%). Nei grafici potete controllare le variazioni percentuali della vostra Regione e Provincia. I valori più elevati tra le Regioni si riscontrano al momento in Abruzzo (+34.5% negli ultimi sette giorni rispetto ai sette precedenti), Bolzano (+22.8%), Campania (+22.7%), Umbria (+21.2%), Molise (+11%), Toscana (+10.8%), Liguria (+3.2%), Trento (+2.7%), Emilia Romagna (+0.4%).

L’INCIDENZA su base nazionale è al momento di 138 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti in 7 giorni. I valori più elevati tra le Regioni sono in Bolzano, con 812 casi, seguono Umbria (266), Trento (248), e Friuli VG (221). L’incidenza più bassa è in Valle d’Aosta, con 49 casi.
Nei grafici trovate i valori di incidenza dei Paesi d’Europa, calcolati su 14 giorni.

💊  Oggi -167 RICOVERI, -32 TERAPIE INTENSIVE, e 385 DECESSI.

Abbiamo attualmente 19408 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 31% dei posti letto disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a -99 pazienti al giorno (era -186 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti ricoverati in questi sette giorni è stata -3.4%.

Oggi in TERAPIA INTENSIVA si registra un saldo di -32 pazienti, con 144 ingressi e 176 uscite (ieri sono stati 132/141, il giorno prima 147/141). La variazione del totale degli INGRESSI in Terapia Intensiva negli ultimi sette giorni, rispetto ai sette giorni precedenti, è stata del +2.9% (ieri era -2.8%, il giorno prima -0.7%).
I pazienti in Terapia Intensiva sono complessivamente 2110, pari al 24% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei saldi ingressi/uscite in Terapia Intensiva è stata di -15 pazienti al giorno (era -24 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti in TI in questi sette giorni è stata -4.9%.

In media abbiamo avuto in Italia 389 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 445 nei sette giorni precedenti. La variazione dei decessi in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -12.6% (ieri era -13.3%, il giorno prima -10%, prima ancora -8.7%, -10.5%, -10.9%, -7%).

In sette giorni abbiamo avuto 4.51 decessi ogni 100.000 abitanti. Nei grafici trovate i valori per ogni Regione e quelli dei Paesi d’Europa (su 14 giorni).

📊    Ad oggi abbiamo somministrato 2435489 VACCINI. Trovate la mappa delle vaccinazioni, con prime e seconde dosi, e molti altri dati nelle slide, tra cui l’ETA’, dei nuovi casi, dei decessi, e dei soggetti vaccinati, oltre al sesso e allo STATO CLINICO dei pazienti attualmente positivi.

⚠  Quanto alla proposta di istituire AREE ROSSE PROVINCIALI invece che regionali, di cui ho parlato nei giorni scorsi, trovate l’aggiornamento nei grafici, alla slide 10.

🔵   Non ci sono grandi novità nei numeri di questi giorni, che si mantengono complessivamente buoni, se si considera che siamo nel pieno dell’inverno.

A dispetto delle tante sirene che suonano, spesso a sproposito, e che vanno sempre prese con la giusta cautela, sono pochi i veri allarmi, per lo più confinati a piccoli territori o province, sui quali ribadiamo da tempo che vanno focalizzate le attenzioni, e le relative misure di contenimento – anche rigide, se del caso – evitando però di spargere il terrore dove non serve (e il terrore non serve mai), e di estendere le restrizioni dove fanno solo del male (perché male ne fanno sempre, anche se non si dice).

Oltretutto, gran parte dell’ansia è generata da un peggioramento che non esiste, se non nei numeri già superati della stima Rt. Di fatto siamo in un momento di stabilità, e non è cosa da poco, considerato che il tempo gioca senz’altro a nostro favore.

Dobbiamo solo tener duro qualche settimana ancora, poi le cose cominceranno a cambiare, e noi saremo qui per vederle in questi numeri.

Nel frattempo, vi invito sempre a utilizzare le slide per seguire la situazione, anche nei giorni in cui non scrivo questo commento. Aggiorno sempre i grafici, e conto di farlo anche più puntualmente, d’ora in avanti, quando escono i numeri la sera. Considerato che molta parte delle fonti di informazione non è ancora in grado di tradurre l’andamento dell’epidemia in incidenza e variazioni percentuali, e si limitano a buttare lì i numeri del giorno, sono consapevole che questa pagina è diventata per molti il vero punto di riferimento, e non intendo venir meno a questo compito.

Siccome d’altra parte il lavoro in ospedale è pressante, e spesso non riesco a scrivere il post, ho incluso nelle slide le informazioni che trovate qui, prima del pallino blu: così non vi mancherà nemmeno questa anteprima, che già dice molto dei numeri del giorno.

Poi, quando si tratterà di dare anche un po’ di coraggio, nei momenti difficili, non mancherò. Io confido che il peggio sia passato, ma la stanchezza di tutti è comprensibile, e pure la necessità di sentire qualche buona parola, ogni tanto. Verrò a darla, promesso.

Un abbraccio

Paolo Spada
__________________________________________________

Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
2625098 pazienti COVID-19, di cui 2107061 guariti, 427034 attualmente positivi (19408 ricoverati in reparto, 2110 in Terapia Intensiva, 405516 in isolamento domiciliare), e 91003 pazienti deceduti.