Aggiornamento del 4 Novembre 2020

Aggiornamento del 4 Novembre 2020
🇮🇹 La curva dei casi frena, e c’è più tempo per adeguarsi ai carichi in ospedale, che sono comunque già molto elevati.
 
Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:
💊 Sono 30550 i NUOVI POSITIVI, su 211831 TAMPONI (14,4%) e 127500 PERSONE TESTATE (23,96%)*.
Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 28659 nuovi positivi al giorno, ossia +8642 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era +9247).
L’aumento percentuale complessivo in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stato pari al 43,2% (ieri era 49,7%).
Siamo a 334 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti/settimana. Per confronto, in Europa: Spagna: 289, Francia: 427, Regno Unito: 234, Germania: 119, Paesi Bassi: 380, Belgio: 835, Austria: 284, Svezia: 137, Romania: 186, Portogallo: 222, Polonia: 293, Rep.Ceca: 794 (fonte ECDC, media delle ultime due settimane, ultimo aggiornamento oggi, 4/11/2020).
Tra le Regioni italiane si segnalano: Valle d’Aosta: 718; Bolzano: 548; Lombardia: 533; Piemonte: 435; Umbria: 429; Liguria: 425; Toscana: 414; Campania: 411; Veneto: 334. Gli incrementi maggiori rispetto ai sette giorni precedenti si registrano in Basilicata (+76,3%), Molise (+69,1%), Emilia Romagna (+57,1%), Campania (+55,8%), Bolzano (+54,4%), Marche (+51,8%), Veneto (+50,8%), Lombardia (+49,4%), e Puglia (+42,3%).
📊 Nelle prime tre slide dei GRAFICI sono riportati, regione per regione, l’andamento dei nuovi positivi, quello dei tamponi, e l’andamento complessivo. Nelle slide 4-6 trovate inoltre la classifica mobile delle Regioni per casi positivi e persone testate ogni 100.000 abitanti negli ultimi 30 giorni. Alle slide 14-19 sono le MAPPE per provincia (casi, incrementi sul totale, e incidenza per 100.000 abitanti). NB: le mappe dei pianeti riportano l’incremento dei 7 giorni rispetto ai 7 precedenti, non rispetto al totale storico.
*Va considerato che i rapporti positivi/tamponi e positivi/persone testate ora si alzano anche per via dell’uso dei test rapidi antigenici (non contati come tamponi, ma confermati con l’esame molecolare quando positivi).
💊 Oggi +1002 RICOVERI, +67 TERAPIE INTENSIVE, e 352 DECESSI.
Abbiamo attualmente 22116 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 76,2% del valore di picco (29010 il 4 aprile) e al 41% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a +1019 pazienti al giorno (era +846 nei sette giorni precedenti). L’aumento percentuale complessivo è +47,6%.
I pazienti in TERAPIA INTENSIVA sono complessivamente 2292, pari al 56,3% del massimo valore raggiunto (4068, il 3 aprile) e al 32% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei pazienti in Terapia Intensiva è stata di +108 pazienti al giorno (era +87 nei sette giorni precedenti). L’aumento percentuale complessivo è +49,2%.
In media abbiamo avuto in Italia 266 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 153 nei sette giorni precedenti.
In sette giorni abbiamo avuto 3,11 decessi ogni 100.000 abitanti. In Spagna: 2,45, Francia: 3,3, Regno Unito: 2,45, Germania: 0,55, Paesi Bassi: 2,2, Belgio: 6,95, Austria: 1,35, Svezia: 0,25, Romania: 3,3, Portogallo: 2,05, Polonia: 3,15, Rep.Ceca: 10,75 (fonte ECDC, media delle ultime due settimane, ultimo aggiornamento oggi, 4/11/2020).
📊 L’andamento dei carichi sanitari e dei decessi è mostrato a partire dalla slide 7. Sono disponibili i valori di aumento e di percentuale di occupazione letti regione per regione. Alle slide 9-10 sono riportati i dati per 100.000 abitanti.
Nelle slide 20-21-22 trovate i dati sull’ETA’ e sullo STATO CLINICO dei pazienti, che ricaviamo rielaborando periodicamente le tabelle mostrate nella dashboard di ISS, riferite ai casi degli ULTIMI 30 GIORNI. L’ultimo nostro aggiornamento è del 30 ottobre.
🔵 Un saluto rapido solo per aggiornare i grafici con questi numeri, che confermano i trend di cui abbiamo parlato gli scorsi giorni: la curva sta rallentando la sua corsa e ora è solo questione di vederla arrivare al picco e iniziare a scendere. Avverrà lentamente, e gli ospedali nel frattempo devono resistere ancora parecchio e accogliere sempre nuovi pazienti, pur con una pressione che accenna a ridursi e che quindi può dare più tempo alle strutture per adeguarsi, riconvertire ulteriori reparti, allestire postazioni di area critica ecc. Naturalmente, sia chiaro, a scapito delle altre malattie, purtroppo.
Tutto questo va declinato su scala locale, e ho aggiunto (un po’ di corsa) una mappa-pianeti sui carichi ospedalieri, da seguire nei prossimi giorni per avere il polso della situazione regione per regione, a colpo d’occhio.
Un caro saluto
Paolo Spada
__________________________________________________
Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
790377 pazienti COVID-19, di cui 307378 guariti, 443235 attualmente positivi (22116 ricoverati in reparto, 2292 in Terapia Intensiva, 418827 in isolamento domiciliare), e 39764 pazienti deceduti.