Aggiornamento del 31 marzo 2021

Aggiornamento del 31 marzo 2021

🇮🇹   Con i dati della Sicilia, il conto resta alto e la discesa lenta.

Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:

💊  Sono 23904 i nuovi positivi, su 351221 tamponi (6.8%) e 100994 persone testate (23.67%).

Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 20579 nuovi positivi al giorno, ossia -622 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era -1254).
La VARIAZIONE PERCENTUALE dei nuovi casi registrati in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -2.9% (ieri era -5.8%, il giorno prima -5.1%, prima ancora -5.4%, -5.7%, -7.2%, -6.6%). Nei grafici potete controllare le variazioni percentuali della vostra Regione e Provincia. I valori più elevati tra le Regioni si riscontrano al momento in Sardegna (+76.2% negli ultimi sette giorni rispetto ai sette precedenti), Valle d’Aosta (+59.2%), Sicilia (+38.1%), Liguria (+16.8%), Calabria (+7.6%), Puglia (+5.6%), Toscana (+5.2%), Umbria (+3.9%), Basilicata (+3.7%).

L’INCIDENZA su base nazionale è al momento di 242 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti in 7 giorni. Le Regioni con i valori più elevati sono Valle d’Aosta, con 434 casi, seguono Friuli VG (342), Piemonte (337), e Puglia (310). L’incidenza più bassa è in Molise, con 72 casi.
Nei grafici trovate i valori di incidenza dei Paesi d’Europa, calcolati su 14 giorni.

💊  Oggi -51 RICOVERI, -6 TERAPIE INTENSIVE, e 467 DECESSI.

Abbiamo attualmente 29180 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 44% dei posti letto disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a +106 pazienti al giorno (era +274 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti ricoverati in questi sette giorni è stata +2.6%.

Oggi in TERAPIA INTENSIVA si registra un saldo di -6 pazienti, con 283 ingressi e 289 uscite (ieri sono stati 269/274, il giorno prima 192/150). La variazione del totale degli INGRESSI in Terapia Intensiva negli ultimi sette giorni, rispetto ai sette giorni precedenti, è stata del -2.2% (ieri era -2.5%, il giorno prima 0%).
I pazienti in Terapia Intensiva sono complessivamente 3710, pari al 41% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei saldi ingressi/uscite in Terapia Intensiva è stata di +17 pazienti al giorno (era +39 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti in TI in questi sette giorni è stata +3.4%.

In media abbiamo avuto in Italia 430 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 415 nei sette giorni precedenti. La variazione dei decessi in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a +3.4% (ieri era +4.2%, il giorno prima +6.8%, prima ancora +6.9%, +8.4%, +12.6%, +10.2%).

In sette giorni abbiamo avuto 5.04 decessi ogni 100.000 abitanti. Nei grafici trovate i valori per ogni Regione e quelli dei Paesi d’Europa (su 14 giorni).

📊    Ad oggi abbiamo somministrato 10018265 VACCINI. Trovate la mappa delle vaccinazioni, con prime e seconde dosi, e molti altri dati nelle slide, tra cui l’ETA’, dei nuovi casi, dei decessi, e dei soggetti vaccinati, oltre al sesso e allo STATO CLINICO dei pazienti attualmente positivi.

⚠  Quanto alla proposta di istituire AREE ROSSE PROVINCIALI invece che regionali, trovate l’aggiornamento nei grafici, alle slide 10 e 11. Qui ne abbiamo parlato estesamente: https://www.facebook.com/pillolediottimismo/posts/273539861053159
A questo proposito, qualche numero per avere un’idea dei due sistemi: al momento 33 Province italiane (pari a 17868559 persone) sono in ZONA ROSSA nonostante abbiano un’incidenza al di sotto della soglia di 250 casi settimanali ogni 100.000 abitanti. Di queste, 16 Province (5948985 persone) sono rosse con incidenza sotto i 200 casi, 4 (1321459 persone) sotto i 150 casi, e perfino 1 (530967 persone) sotto i 100 casi.
Non sorprende che, nonostante la soglia da noi indicata sia rigidamente correlata alla ricettività ospedaliera, 33 Province al di sotto di quella soglia (13466115 abitanti) siano in regime di restrizione, e di queste 7 (3593103 persone) siano in zona rossa. Viceversa, 8 Province che secondo il nostro modello sono sopra soglia, si trovano invece in arancione.

🔵   Scrivo due righe rapide nonostante sia di corsa, perché visti i numeri devo correggere in parte la sensazione di ieri, sulla quale è evidente che il mancato invio dei dati dalla Sicilia aveva avuto un certo peso (sul conto nazionale, ovviamente, non sulle altre considerazioni).

Oggi, che la Sicilia recupera anche il dato del 30 marzo, e comunica 2900 nuovi casi in un colpo, ci si accorge che la curva di incidenza complessiva è di fatto sempre là, e che le variazioni percentuali sui 7 giorni viaggiano effettivamente a risalire. Siamo ancora a -3%, cioè i casi diminuiscono, ma davvero troppo lentamente.

Poi è vero che d’ora in poi, con l’aumento progressivo della quota di soggetti anziani e fragili protetti dalla vaccinazione, il numero di infezioni avrà sempre meno importanza, a fronte di un minor impatto clinico e sanitario di questa piaga malefica. Ma è ancora presto, gli ospedali sono ancora molto pieni, e un livello di incidenza di 242 casi settimanali ogni 100.000 abitanti non va bene, è ancora troppo alto.

Confidiamo che l’effetto attuale sia temporaneo, perché somma di molte Regioni in discesa, e di poche in risalita, e che queste ultime trovino anch’esse modo di stabilizzarsi, e poi di scendere, come è lecito aspettarsi nelle condizioni attuali: stagione in miglioramento, vaccinazioni in aumento, restrizioni ancora estese (efficaci o meno che siano). Dai prossimi giorni capiremo qualcosa in più.


Un caro saluto

Paolo Spada
__________________________________________________

Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
3584899 pazienti COVID-19, di cui 2913045 guariti, 562508 attualmente positivi (29180 ricoverati in reparto, 3710 in Terapia Intensiva, 529618 in isolamento domiciliare), e 109346 pazienti deceduti.