Aggiornamento del 29 ottobre 2021

Aggiornamento del 29 ottobre 2021

Nel caso in cui abbiate avuto qualche difficoltà a decifrare il significato dei numeri che stiamo vedendo in questi giorni, possiamo stasera fare una prima osservazione più “pulita”. Il numero dei tamponi eseguiti negli ultimi 7 giorni (3270636) è pari a quello dei 7 giorni precedenti (3282966) e dunque l’aumento di incidenza segnalato nella curva delle variazioni percentuali di questa settimana rispetto alla precedente (+37.7%) va considerato un dato abbastanza affidabile.

In altre parole, si conferma che – sebbene fosse improbabile – è successo esattamente che due fenomeni capitassero contemporaneamente: l’aumento di test per il Green Pass, e un incremento reale, effettivo, di circolazione virale.

Che fossero due fenomeni indipendenti, in verità, non è del tutto vero: di fatto era atteso – e voi lo sapete – che con ottobre si sarebbero ricreate le condizioni ideali per la trasmissione del virus, almeno tra chi ha qualche residua suscettibilità, e non è del tutto casuale che proprio a metà mese fosse fissata l’introduzione della misura più severa per i riluttanti al vaccino.

Certo è che la somma dei due fenomeni ha alzato un po’ di polvere sulle nostre curve, che solo ora si posa, mostrandoci la situazione un po’ più chiaramente. E vorrei dire che non è affatto drammatica, anzi, e – lo ripeterò ancora una volta – del tutto attesa.

Dobbiamo quindi aspettarci che questo trend prosegua nei prossimi giorni, e che porti con sé qualche risentimento dei carichi sanitari. Abbiamo però ampio margine di manovra, e siamo soprattutto fiduciosi che non si creeranno le condizioni per numeri di gran rilievo. Abituiamoci, piuttosto, perché con tutta probabilità di queste piccole ondate fluttuanti ne vedremo continuamente, in futuro. Con il vaccino resteranno gestibili, e questo è ciò che davvero conta.

Un caro saluto

Paolo Spada