Aggiornamento del 20 aprile 2021

Aggiornamento del 20 aprile 2021

🇮🇹   Numeri ancora in discesa, come atteso. Bene anche gli ospedali.

Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:

💊  Sono 12074 i nuovi positivi, su 294045 tamponi (4.1%) e 94970 persone testate (12.71%).

Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 14005 nuovi positivi al giorno, ossia -1186 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era -178).
La VARIAZIONE PERCENTUALE dei nuovi casi registrati in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -7.8% (ieri era -1.2%, il giorno prima -1.2%, prima ancora -0.4%, -1.8%, -1.8%, -7%). Nei grafici potete controllare le variazioni percentuali della vostra Regione e Provincia. I valori più elevati tra le Regioni si riscontrano al momento in Molise (+28.3% negli ultimi sette giorni rispetto ai sette precedenti), Campania (+8%), Sicilia (+2%), Calabria (-2.2%), Basilicata (-2.3%), Toscana (-4.2%), Sardegna (-4.5%), Lazio (-6.9%), Puglia (-7.2%).

L’INCIDENZA su base nazionale è al momento di 164 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti in 7 giorni. Le Regioni con i valori più elevati sono Valle d’Aosta, con 266 casi, seguono Puglia (239), Campania (235), e Basilicata (209). L’incidenza più bassa è in Bolzano, con 64 casi.
Nei grafici trovate i valori di incidenza dei Paesi d’Europa, calcolati su 14 giorni.

💊  Oggi -487 RICOVERI, -93 TERAPIE INTENSIVE, e 390 DECESSI.

Abbiamo attualmente 23255 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 35% dei posti letto disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a -528 pazienti al giorno (era -341 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti ricoverati in questi sette giorni è stata -13.7%.

Oggi in TERAPIA INTENSIVA si registra un saldo di -93 pazienti, con 182 ingressi e 275 uscite (ieri sono stati 141/208, il giorno prima 163/192). La variazione del totale degli INGRESSI in Terapia Intensiva negli ultimi sette giorni, rispetto ai sette giorni precedenti, è stata del -14.8% (ieri era -9.6%, il giorno prima -9.3%).
I pazienti in Terapia Intensiva sono complessivamente 3151, pari al 35% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei saldi ingressi/uscite in Terapia Intensiva è stata di -54 pazienti al giorno (era -31 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti in TI in questi sette giorni è stata -10.6%.

In media abbiamo avuto in Italia 364 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 442 nei sette giorni precedenti. La variazione dei decessi in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -17.7% (ieri era -13.5%, il giorno prima -10.3%, prima ancora -7.6%, -7.5%, -7.1%, -3.9%).

In sette giorni abbiamo avuto 4.27 decessi ogni 100.000 abitanti. Nei grafici trovate i valori per ogni Regione e quelli dei Paesi d’Europa (su 14 giorni).

📊    Ad oggi abbiamo somministrato 15674080 VACCINI. Trovate la mappa delle vaccinazioni, con prime e seconde dosi, e molti altri dati nelle slide, tra cui l’ETA’, dei nuovi casi, dei decessi, e dei soggetti vaccinati, oltre al sesso e allo STATO CLINICO dei pazienti attualmente positivi.

⚠  Quanto alla proposta di istituire AREE ROSSE PROVINCIALI invece che regionali, trovate l’aggiornamento nei grafici, alle slide 10 e 11. Qui ne abbiamo parlato estesamente: https://www.facebook.com/pillolediottimismo/posts/273539861053159

🔵   Stasera aggiornamento rapido solo per dire che, come previsto, i numeri tornano a scendere, seguendo una direzione ora ben evidente sulla curva di incidenza, dopo il disturbo della pausa pasquale, e che ricominciamo a leggere anche sulle variazioni percentuali: domani me le aspetto in ulteriore discesa.

Le cose vanno meglio al Centro-Nord, come già dicevamo nei giorni scorsi, e le situazioni da tenere d’occhio sono più o meno le stesse, ma non vedo al momento grandi allarmi.

Certo, riaprire in zone che ancora viaggiano a 300 di incidenza non è una grande idea, ma abbiamo ancora qualche giorno di tempo, e – speriamo – qualche opportunità di modulare i programmi in base alle condizioni locali. Il che, se ci pensate, darebbe anche molta più fiducia alle persone, ora diffusamente impaurite (mancava solo questa) dalla prospettiva di riaprire troppo prematuramente. In verità molte zone sono più che pronte, e altre se ne aggiungono ogni giorno. I numeri degli ospedali scendono (in quasi tutte le regioni, incluse alcune tra quelle ancora in difficoltà sul numero di contagi), e anche la fascia di età 70-79 comincia ad avere una certa copertura vaccinale. E’ qui che si farà la differenza, e anche qui ogni giorno andrà un po’ meglio.

Insomma, i motivi di ottimismo sono molti, e io resto molto fiducioso.


Un caro saluto

Paolo Spada
__________________________________________________

Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
3891063 pazienti COVID-19, di cui 3290715 guariti, 482715 attualmente positivi (23255 ricoverati in reparto, 3151 in Terapia Intensiva, 456309 in isolamento domiciliare), e 117633 pazienti deceduti.