Aggiornamento del 18 gennaio 2021

Aggiornamento del 18 gennaio 2021

🇮🇹   Signori, si scende!

Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:

💊  Sono 8824 i nuovi positivi, su 158674 tamponi (5,6%) e 48882 persone testate (18,05%)*.

Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 14440 nuovi positivi al giorno, ossia -3100 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era -2322).
La VARIAZIONE PERCENTUALE dei nuovi casi registrati in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -17,7% (ieri era -13,4%, il giorno prima -5%, prima ancora +5,5%, +2,4%, -1,7%, +6,6%). Nei grafici potete controllare le variazioni percentuali della vostra Regione e Provincia. I valori più elevati tra le Regioni si riscontrano al momento in Molise (+30,8% negli ultimi sette giorni rispetto ai sette precedenti), Bolzano (+22,8%), Trento (+14,8%), Sicilia (+5,6%), Umbria (-1,3%), Puglia (-4,5%), Sardegna (-5,1%), Campania (-7,3%), Calabria (-11,2%).

L’INCIDENZA su base nazionale è al momento di 167 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti in 7 giorni. I valori più elevati tra le Regioni sono in Bolzano, con 384 casi, seguono Friuli VG (356), Trento (262), e Sicilia (247). L’incidenza più bassa è in Toscana, con 77 casi.
Nei grafici trovate i valori di incidenza dei Paesi d’Europa, calcolati su 14 giorni.

*Dal 15 gennaio sono (finalmente) inclusi nel conteggio dei tamponi anche i test rapidi antigenici.

💊  Oggi +127 RICOVERI, +41 TERAPIE INTENSIVE, e 377 DECESSI.

Abbiamo attualmente 22884 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 36% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a -103 pazienti al giorno (era +41 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti ricoverati in questi sette giorni è stata -3%.

Oggi in TERAPIA INTENSIVA si registra un saldo di +41 pazienti, con 142 ingressi e 101 uscite (ieri sono stati 124/141, il giorno prima 170/172). La variazione del totale degli INGRESSI in Terapia Intensiva negli ultimi sette giorni, rispetto ai sette giorni precedenti, è stata del -11,3% (ieri era -6,9%, il giorno prima -0,1%).
I pazienti in Terapia Intensiva sono complessivamente 2544, pari al 30% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei saldi ingressi/uscite in Terapia Intensiva è stata di -14 pazienti al giorno (era +9 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti in TI in questi sette giorni è stata -3,7%.

In media abbiamo avuto in Italia 479 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 503 nei sette giorni precedenti. La variazione dei decessi in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -4,9% (ieri era 0%, il giorno prima -0,1%, prima ancora +3,8%, +13,6%, +5,4%, +5,8%).

In sette giorni abbiamo avuto 5,55 decessi ogni 100.000 abitanti. Nei grafici trovate i valori per ogni Regione e quelli dei Paesi d’Europa (su 14 giorni).

📊    Ad oggi abbiamo somministrato 1153501 VACCINI. Trovate la mappa delle vaccinazioni e molti altri dati nelle slide, tra cui l’ETA’, dei nuovi casi, dei decessi, e dei soggetti vaccinati, oltre al sesso e allo STATO CLINICO dei pazienti attualmente positivi.

⚠  Quanto alla proposta di istituire AREE ROSSE PROVINCIALI invece che regionali, di cui ho parlato nei giorni scorsi, qui trovate sempre l’aggiornamento https://public.flourish.studio/visualisation/4908014/.

🔵   Stasera solo un rapido commento perché vado davvero di fretta. Per dirvi che i TG avranno altro da raccontare, e quand’anche dovessero solfeggiare i numeri del contagio lo faranno come sempre al lunedì, cioè aggiungendo “a fronte però di millemila tamponi in meno”, senza sapere (o facendo finta di non sapere) che basta contare su sette giorni e anche il dato del lunedì, per quanto basso in assoluto, consente comunque di fare il confronto con la settimana precedente, e dire se la curva sale o scende, tendenzialmente.

E, signori, scende. Nonostante la variante inglese che imperversava in Veneto (?) e che avrebbe sicuramente fatto disastri dappertutto, per il momento si scende, e della terza ondata ancora non c’è segno.

Che poi è quel che diciamo da un pezzo: che non avremmo avuto più ondate vere e proprie, ma un gioco di forze, ormai a carte scoperte. In questa partita siamo sempre più convinti (almeno: io, ma vedo anche molti di voi) che la mira delle nostre misure restrittive deve diventare meno grossolana, e adattarsi più rapidamente al mutare delle condizioni, per sfruttare il più possibile l’aria che ci guadagniamo.

Perché siamo noi a farlo, sia ben chiaro. E’ tutta roba nostra, e ci spetta di diritto. Aria ragazzi!

Vado, ciao.

Un caro saluto

Paolo Spada
__________________________________________________

Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
2390101 pazienti COVID-19, di cui 1760489 guariti, 547058 attualmente positivi (22884 ricoverati in reparto, 2544 in Terapia Intensiva, 521630 in isolamento domiciliare), e 82554 pazienti deceduti.