Aggiornamento del 17 novembre 2021

Aggiornamento del 17 novembre 2021
Sulla curva di incidenza non c’è molto da aggiungere a quanto detto nelle scorse settimane: siamo ancora nella fase di salita di questa nuova onda autunnale, che ha tassi di crescita non travolgenti ma ancora piuttosto sostenuti, sebbene le variazioni percentuali siano in graduale rallentamento. Porta con sé, come sempre, un certo carico ospedaliero, di cui faremmo davvero a meno, per quanto prevedibile sia ogni volta: nei prossimi giorni salirà ancora, certo mantenendosi macroscopicamente inferiore al passato, ma ne sentiremo parlare, di sicuro.
 
Qualche elemento in più di interesse, a questo proposito, mi pare possa venire dall’analisi della copertura vaccinale, alla luce delle recenti informazioni sul calo di efficacia dopo i 6 mesi (significativo sull’infezione, apparentemente meno rilevante sulla malattia severa), che sono riassunte nei grafici ora alle slide 20 e 21, di cui abbiamo già parlato diffusamente. Oggi ho cercato di capire in che modo questa evidenza possa interferire sulla situazione attuale, e sebbene sia difficile – almeno per me – tirare conclusioni, vi invito a dare un’occhiata alle slide che precedono, ed in particolare alla 19, che mi pare abbastanza semplice e comprensibile: è raffigurata la distribuzione percentuale delle diverse coperture vaccinali, tenuto conto della data di vaccinazione, e della fascia di età. Ciò che balza all’occhio è il ritardo sulla terza dose, specialmente per la fascia più anziana (la prima ad essere stata vaccinata), che potrebbe ora prestare il fianco a qualche suscettibilità di troppo. Facciamoci tutti un pensiero e, se del caso, invitiamo i nostri cari e le persone di nostra conoscenza a non esitare, e proteggersi al massimo in questo momento, e nelle prossime settimane.
 
Un caro saluto
 
Paolo Spada