Aggiornamento del 1 gennaio 2021

Aggiornamento del 1 gennaio 2021

🇮🇹   Numeri in recupero sui giorni precedenti, complessivamente stazionari. Link alle vaccinazioni.

Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:

💊  Sono 22211 i NUOVI POSITIVI, su 157524 TAMPONI (14,1%) e 70010 PERSONE TESTATE (31,73%)*.

Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 14432 nuovi positivi al giorno, ossia -881 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era -1185).
La VARIAZIONE PERCENTUALE dei nuovi casi registrati in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -5,8% (ieri era -7,8%, il giorno prima -13,1%, prima ancora -17,1%, -16,3%, -15,1%, -11,8%). Abbiamo notato che le variazioni percentuali risultano essere l’indicatore più rapido dell’andamento del contagio, e precedono la stima dell’Rt. Nei grafici potete controllare il trend della vostra Regione e Provincia. I valori più elevati tra le Regioni si riscontrano al momento in Calabria (+27,5% negli ultimi sette giorni rispetto ai sette precedenti), Trento (+15,4%), Umbria (+13,4%), Valle d’Aosta (+11,1%), Marche (+8,1%), Sicilia (+7,5%), Piemonte (+0,5%), Lazio (+0,3%), Bolzano (+0,1%).

Oltre alle variazioni, è importante naturalmente il valore di INCIDENZA, che contiamo anche qui su sette giorni, e suggeriamo di rapportare alla popolazione. Su base nazionale siamo a 167 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti/settimana. Nei grafici e nelle mappe trovate tutti i valori di incidenza attuali delle Regioni e Province italiane. I valori più elevati tra le Regioni sono al momento in Veneto, con 487 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi sette giorni. Seguono Friuli VG (283), Emilia Romagna (243), e Trento (221). L’incidenza più bassa è in Toscana, con 74 casi.
L’ECDC pubblica una volta alla settimana i valori di incidenza dei Paesi d’Europa. Al 30/12 i valori medi delle due settimane precedenti, calcolati su sette giorni, sono: Spagna: 136, Francia: 139, Regno Unito: 360, Germania: 190, Paesi Bassi: 453, Belgio: 130, Austria: 177, Svezia: 407, Romania: 160, Portogallo: 233, Polonia: 165, Rep.Ceca: 438.

*Il rapporto positivi/tamponi include i controlli ripetuti, per cui da sempre preferiamo considerare il rapporto positivi/persone testate. Entrambi tuttavia ora risentono dell’uso dei test rapidi antigenici, di norma non contati come tamponi, ma confermati con l’esame molecolare quando positivi. Queste percentuali risultano pertanto al momento poco significative.

💊  Oggi -329 RICOVERI, -2 TERAPIE INTENSIVE, e 462 DECESSI.

Abbiamo attualmente 22822 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 36% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS, aggiornamento 30/12/2020). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a -83 pazienti al giorno (era -338 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti ricoverati in questi sette giorni è stata -2,5%.

Oggi in TERAPIA INTENSIVA si registra un saldo di -2 pazienti, con 145 ingressi e 147 uscite (ieri sono stati 202/175, il giorno prima 175/196). I pazienti in Terapia Intensiva sono complessivamente 2553, pari al 29% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS, aggiornamento 30/12/2020). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei saldi ingressi/uscite in Terapia Intensiva è stata di -4 pazienti al giorno (era -34 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti in TI in questi sette giorni è stata -1,2%.

In media abbiamo avuto in Italia 466 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 495 nei sette giorni precedenti. La variazione dei decessi in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -5,9% (ieri era -11,4%, il giorno prima -16,8%, prima ancora -20%, -24,9%, -26,9%, -27,9%).

In sette giorni abbiamo avuto 5,4 decessi ogni 100.000 abitanti. In Spagna: 2,25, Francia: 3,88, Regno Unito: 5,21, Germania: 4,91, Paesi Bassi: 2,88, Belgio: 4,76, Austria: 8,31, Svezia: 1,72, Romania: 5,02, Portogallo: 5,44, Polonia: 5,64, Rep.Ceca: 7,25 (fonte ECDC, media delle ultime due settimane, ultimo aggiornamento 30/12/2020).

📊   Trovate questi e molti altri dati nelle slide, tra cui anche quelli sull’ETA’, SESSO e STATO CLINICO dei pazienti.

A questo link trovate invece i dati in tempo reale sulla vaccinazione forniti dal Governo https://app.powerbi.com/view?r=eyJrIjoiMzg4YmI5NDQtZDM5ZC00ZTIyLTgxN2MtOTBkMWM4MTUyYTg0IiwidCI6ImFmZDBhNzVjLTg2NzEtNGNjZS05MDYxLTJjYTBkOTJlNDIyZiIsImMiOjh9

🔵   I numeri ci restituiscono anche stasera il quadro di una situazione di sostanziale stabilità, o se volete di stallo, a seconda che prevalga in voi la consolazione di non vedere chiari segni di risalita, o la delusione di non vedere scendere ulteriormente la curva, e questo vale sia per i casi che per i carichi ospedalieri.

Poi come sempre si tratta di approfondire a livello regionale e magari provinciale, per avere un’idea più chiara, ma anticipo che grosse novità non ce ne sono: quasi tutte le Regioni hanno avuto una flessione nei giorni scorsi e ora stanno recuperando. Nei prossimi tre giorni ci sarà con tutta probabilità un’ulteriore flessione, e poi un nuovo recupero: non sarà una linea piatta, ma il senso della stazionarietà, se sarà confermato, penso che potremo averlo ugualmente.

D’altronde spero che ognuno di voi ormai abbia ben inteso che seguire il rapporto positivi/tamponi (o meglio ancora quello positivi/persone testate), che avrebbe proprio il vantaggio di smussare le interferenze dovute ai giorni festivi, porta con sé tante altre distorsioni, a cominciare dal numero di test rapidi eseguiti “a monte” di quei tamponi, che è davvero variabile, non solo da Regione a Regione, ma proprio da giorno a giorno.

Per farvi l’idea di come sta andando la vostra Regione, quindi – domanda che arriva spesso nei commenti – suggerisco sempre il fai-da-te con i nostri grafici interattivi. Il colpo d’occhio della curva su 100.000 abitanti in sette giorni, magari comparata sulla stessa scala delle altre Regioni (come in slide 3) dice già quasi tutto, come pure la posizione del vostro “pianeta” nella omonima mappa (slide 8 e 9: cliccate nella legenda in alto per evidenziarlo): più state a destra, maggiore è la “densità” di infezione (se mi passate l’espressione per descrivere l’incidenza), mentre l’altezza rispetto alla linea orizzontale vi dirà se state peggiorando o migliorando in questi sette giorni rispetto ai sette precedenti.

Con la stessa idea potete quindi controllare la situazione degli ospedali (slide 15), e magari verificare il numero dei decessi della Regione (non in assoluto, ma in rapporto alla popolazione): la chart di slide 20 fa ben vedere, ad esempio, che il Veneto ha ancora un tasso di 13,8 decessi ogni 100.000 abitanti in sette giorni, mentre più della metà delle altre Regioni d’Italia ha ora meno di un terzo di quello.

Ci sono naturalmente tante altre slide e informazioni, sempre aggiornate (finché riuscirò e ne varrà la pena). Ho aggiunto qui sopra il link del Governo per tenere d’occhio il numero di vaccinazioni (la pagina è ben fatta, peccato che ancora una volta il dato grezzo non sia condiviso, per cui ci dovremo accontentare).

Se avete altre curiosità, chiedete. I numeri sono e restano fondamentali per capire l’andamento dell’epidemia e le regole che ci sono imposte – o per discuterle, eventualmente. Siamo certi di fare un servizio utile, comunque la pensiate.

Auguro a tutti un anno di serenità

Paolo Spada
__________________________________________________

Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
2129376 pazienti COVID-19, di cui 1479988 guariti, 574767 attualmente positivi (22822 ricoverati in reparto, 2553 in Terapia Intensiva, 549392 in isolamento domiciliare), e 74621 pazienti deceduti.