Aggiornamento del 1 aprile 2021

Aggiornamento del 1 aprile 2021

🇮🇹   Stabili o in lievissima discesa, sempre con molte differenze tra le zone. E tutti in attesa dell’effetto del vaccino.

Ecco i dati salienti di oggi in ITALIA:

💊  Sono 23649 i nuovi positivi, su 356085 tamponi (6.6%) e 101009 persone testate (23.41%).

Negli ultimi sette giorni abbiamo avuto in media 20350 nuovi positivi al giorno, ossia -691 casi al giorno rispetto ai sette giorni precedenti (ieri era -831).
La VARIAZIONE PERCENTUALE dei nuovi casi registrati in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a -3.3% (ieri era -3.9%, il giorno prima -5.8%, prima ancora -5.1%, -5.4%, -5.7%, -7.2%). Nei grafici potete controllare le variazioni percentuali della vostra Regione e Provincia. I valori più elevati tra le Regioni si riscontrano al momento in Sardegna (+74.5% negli ultimi sette giorni rispetto ai sette precedenti), Valle d’Aosta (+46.3%), Basilicata (+24.2%), Sicilia (+19.8%), Liguria (+17.4%), Umbria (+14.6%), Puglia (+9%), Calabria (+6.5%), Toscana (+4.1%).

L’INCIDENZA su base nazionale è al momento di 239 nuovi positivi ogni 100.000 abitanti in 7 giorni. Le Regioni con i valori più elevati sono Valle d’Aosta, con 427 casi, seguono Piemonte (337), Friuli VG (331), e Puglia (319). L’incidenza più bassa è in Molise, con 77 casi.
Nei grafici trovate i valori di incidenza dei Paesi d’Europa, calcolati su 14 giorni.

💊  Oggi -231 RICOVERI, -29 TERAPIE INTENSIVE, e 501 DECESSI.

Abbiamo attualmente 28949 pazienti RICOVERATI IN REPARTO, pari al 43% dei posti letto disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi 7 giorni la variazione media del numero di pazienti ricoverati è stata pari a +75 pazienti al giorno (era +247 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti ricoverati in questi sette giorni è stata +1.8%.

Oggi in TERAPIA INTENSIVA si registra un saldo di -29 pazienti, con 244 ingressi e 273 uscite (ieri sono stati 283/289, il giorno prima 269/274). La variazione del totale degli INGRESSI in Terapia Intensiva negli ultimi sette giorni, rispetto ai sette giorni precedenti, è stata del -3.6% (ieri era -2.2%, il giorno prima -2.5%).
I pazienti in Terapia Intensiva sono complessivamente 3681, pari al 40% dei posti letto attualmente disponibili (fonte: AGENAS). Negli ultimi sette giorni la variazione media dei saldi ingressi/uscite in Terapia Intensiva è stata di +9 pazienti al giorno (era +41 nei sette giorni precedenti). La variazione percentuale complessiva sul totale dei pazienti in TI in questi sette giorni è stata +1.7%.

In media abbiamo avuto in Italia 435 DECESSI al giorno negli ultimi sette giorni, e 421 nei sette giorni precedenti. La variazione dei decessi in questi ultimi sette giorni, rispetto ai sette precedenti, è stata pari a +3.5% (ieri era +3.4%, il giorno prima +4.2%, prima ancora +6.8%, +6.9%, +8.4%, +12.6%).

In sette giorni abbiamo avuto 5.11 decessi ogni 100.000 abitanti. Nei grafici trovate i valori per ogni Regione e quelli dei Paesi d’Europa (su 14 giorni).

📊    Ad oggi abbiamo somministrato 10324127 VACCINI. Trovate la mappa delle vaccinazioni, con prime e seconde dosi, e molti altri dati nelle slide, tra cui l’ETA’, dei nuovi casi, dei decessi, e dei soggetti vaccinati, oltre al sesso e allo STATO CLINICO dei pazienti attualmente positivi.

⚠  Quanto alla proposta di istituire AREE ROSSE PROVINCIALI invece che regionali, trovate l’aggiornamento nei grafici, alle slide 10 e 11. Qui ne abbiamo parlato estesamente: https://www.facebook.com/pillolediottimismo/posts/273539861053159
A questo proposito, qualche numero per avere un’idea dei due sistemi: al momento 34 Province italiane (pari a 20796496 persone) sono in ZONA ROSSA nonostante abbiano un’incidenza al di sotto della soglia di 250 casi settimanali ogni 100.000 abitanti. Di queste, 18 Province (6781420 persone) sono rosse con incidenza sotto i 200 casi, 4 (1321459 persone) sotto i 150 casi, e perfino 0 (0 persone) sotto i 100 casi.
Non sorprende che, nonostante la soglia da noi indicata sia rigidamente correlata alla ricettività ospedaliera, 33 Province al di sotto di quella soglia (14178501 abitanti) siano in regime di restrizione, e di queste 9 (4728112 persone) siano in zona rossa. Viceversa, 10 Province che secondo il nostro modello sono sopra soglia, si trovano invece in arancione.

🔵   Anche stasera è molto tardi, quindi solo rapidissimo aggiornamento.

Proseguono i ricalcoli: In Campania oggi tutti i casi sono stati messi nella categoria “in fase di definizione/aggiornamento”, per cui non sono stati attribuiti alle singole Province. La PA di Bolzano segnala un errore di 224 casi nei giorni scorsi, che sono stati quindi scorporati.

In tutto ciò, è sempre più difficile districarsi, ma alla fine l’andamento della curva è quello: lentissimo, ma ancora in discesa. Con alcune Regioni meglio, altre ferme, alcune ancora in rialzo.

Buone notizie dagli ospedali, stiamo scavallando. I decessi sono pure in prossimità del picco di questa terza ondata.

Ho letto molta parte dei commenti ieri sera, e comprendo la stanchezza, la disillusione, perfino la rabbia. Però bisogna far fronte ancora un po’. Considerate in ogni caso che la situazione, oggettivamente, potrebbe essere assai peggiore. Siamo comunque alla fine dell’inverno, la primavera comincerà presto a farsi sentire, e soprattutto le vaccinazioni ci tireranno fuori da questa brutta storia. Niente discorsi scoraggiati, quindi: l’orizzonte è buono, e si vive di quello. Coraggio, sul serio.


Un abbraccio

Paolo Spada
__________________________________________________

Numeri complessivi dell’epidemia ad oggi in Italia:
3607083 pazienti COVID-19, di cui 2933757 guariti, 563479 attualmente positivi (28949 ricoverati in reparto, 3681 in Terapia Intensiva, 530849 in isolamento domiciliare), e 109847 pazienti deceduti.